Cosa succede se il deceduto lascia in eredità un immobile e tra gli eredi c'è una persona sottoposta ad una forma di tutela?

Esempio pratico: in seguito al decesso del genitore, il coniuge, soggetto ad una forma di tutela, diventa erede insieme ai figli.

Cade in successione anche un immobile che i figli vorrebbero vendere perché devono pagare la retta della struttura ove si trova il genitore, come devono comportarsi?


In tale caso, per prima cosa colui che ricopre la carica di amministratore di sostegno/curatore/tutore deve accettare l’eredità per conto del genitore con beneficio di inventario. Solo dopo aver espletato tale incombente potrà dare eventualmente incarico ad un’agente immobiliare per porre in vendita la casa.
 
Ma attenzione! Per concludere il contratto di compravendita dovrà obbligatoriamente essere chiesta l’autorizzazione al Giudice Tutelare con apposito ricorso.
 
Sembra una procedura complicata e lunga ma se seguita da una professionista competente sembrerà tutto più facile e veloce e soprattutto avrete la certezza di poter fare il rogito senza correre il rischio di incorrere in qualche imprevisto che possa indurre il promissario acquirente a ritirare la proposta d’acquisto della casa.



La giornata dedicata a Te e alle tue necessità è il martedì pomeriggio presso gli uffici de LA CATTOLICA in Via Cassini, 22/I a Torino, il nostro legale sarà a tua disposizione.
 


LA NOSTRA FILOSOFIA

"L’azienda di onoranze funebri opera nel più rigoroso rispetto delle richieste degli aventi diritto in merito alle comunicazioni sul servizio in oggetto, indipendentemente dalle norme sulla privacy previste dalla legge."

Scopri di più